sabato 14 luglio 2012

La magia di un piccolo orto: Parmigiana di Melanzane alla Palermitana

E anche quest'anno mio padre si e' dilettato con il suo orticello,che di anno in anno ci propone sempre delle novità.....credevo che non saremmo mai arrivati a raccogliere i frutti tanto sperati del nostro orticello,e invece e' stato così piacevole dopo tanta attesa, che cresceva di giorno in giorno,vedere spuntare, qualche settimana, fa i primi fiori della melanzana che non avevo mai avuto il piacere di notare quanto fossero di un bellissimo colore viola.





E dopo circa 1 mesetto ecco spuntare le prime melanzane.....




 io adoro mangiare le melanzane,potrei mangiarle cucinate in tutti i modi,e da palermitana doc ogni estate non possono mancare sulla nostra tavola la caponata,gli involtini di melanzana,le melanzane fatte a cotoletta e la parmigiana di melanzane alla palermitana.....piatto che e' una vera sinfonia di sapori della cucina siciliana, con cui ho deciso di iniziare l'assaggio delle prime melanzane del nostro orto


 Parmigiana di Melanzane alla Palermitana 


melanzane “nostrane”

pomodoro fresco per salsa

cipolla

parmigiano

basilico

 

Lavare e asciugare le melanzane.

Friggerle in abbondante olio caldo , metterle a sgocciolare su carta assorbente da cucina e spolverare con qualche presa di sale

Soffriggere la cipolla tagliata finemente, aggiungere la passata di pomodoro (meglio se fatta in casa e fresca) aggiungere qualche foglia di basilico, aggiustare di sale, pepe e qualche cucchiaino di zucchero (tipico dalle nostre parti aggiungerlo nella passata di pomodoro) far cuocere a fiamma media fino ad ottenere una salsa piuttosto densa.

Prendere un piatto da portata,e cominciare a distribuire un primo strato di melanzane, ricoprirle con il sugo, spolverizzare con il parmigiano e aggiungere  qualche fogliolina di basilico; ripetere l'intera operazione fino al completo utilizzo delle fette di melanzana a disposizione,l'ultimo strato deve essere di pomodoro con abbondante parmigiano e foglie di basilico.



Far riposare per qualche ora,e servire a temperatura ambiente