mercoledì 27 febbraio 2013

Pasta con sparacelli 'arriminata'

Oggi vi lascio una ricetta tipica palermitana (credo che dal titolo si sia capito) ma leggermente rivisitata.

Inizio col dirvi che solitamente questa pasta si fa, come prevede la ricetta originale, con i Broccoli siciliani....che per tutto il resto dell' Italia si chiamano Cavolfiori....ma in questa versione ho usato gli Sparacelli, chiamati così in sicilia, ma che per tutto il resto dell' Italia si chiamano Broccoli o broccoletti......ahahahah che discorso contorto, ma é così!!

Io amo tantissimo questa ricetta in entrambe le versioni, con il broccolo risulta più dolce, mentre con lo sparacello é leggermente più amarostica.....ma il sapore lo determina il soffritto con cui vengono cucinate le verdure.



Ingredienti per 4 persone

400 g penne rigate,
1 Kg. di sparacelli
1 cipolla
4 acciughe
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio di uva passa
1 spicchio d'aglio schiacciato
olio evo
caciocavallo grattugiato
sale
pepe dei Piaceri Tec-Al


Lavare gli sparacelli, togliere le parti più dure e tenere il fiore
In una pentola, con acqua salata, lessare al dente gli sparacelli, scolarli, conservando l'acqua di cottura, tagliarli a pezzi piccoli e tenerli da parte
In un tegame fate imbiondire la cipolla tritata con olio e l'aglio schiacciato, aggiungere le acciughe e appena si sono sciolte, aggiungere gli sparacelli e farli rosolare bene nel soffritto
Lasciare cuocere per dieci minuti circa, aggiungere l'uva passa e i pinoli e
pepe dei Piaceri Tec-Al e mescolate tutto.
Cuocere la pasta nell'acqua di cottura degli sparacelli aggiustando di sale,
scolatela al dente, mettetela nel tegame dove sono stati soffritti gli sparacelli e 'arriminate' il tutto per qualche minuto.
A paicere servire con caciocavallo grattuggiato


La carta che abbellisce lo sfondo delle foto é dell'azienda Star